Ford Mustang Mach -E, nessuna impara a conoscerti come lei

Il test del SUV full electric di casa Ford, ha evidenziato una grande capacità di adattamento allo stile di guida

Nostra per tre giorni! Un intero week end per provare e utilizzare la bellissima vettura elettrica Ford. 

Bella, davvero bella! Con quei richiami al passato, evidenti soprattutto nei gruppi ottici posteriore a sviluppo verticale e nel cavallo selvaggio sulla calandra, sul volante ed in altri dettagli che vedremo in seguito, che evoca la sportività dei modelli della gloriosa tradizione del marchio, proposta, in questa versione, nel guanto di velluto di interni confortevoli e lussuosi. 

Il test, inizia con la calorosa accoglienza del personale della concessionaria Autostar Flaminia: tempo per un caffè e trascorrere la breve attesa necessaria ad espletare le formalità di rito e, poco dopo, l’auto è in nostro possesso. 

Appena a bordo ci si sente immediatamente a proprio agio: pochissimi comandi e tutte le funzionalità dell’auto raccolte nel grande touch screen verticale al centro del cruscotto, che trasmette un immediato feeling positivo dato dalla certezza di trovare tutti i comandi principali proprio nella posizione a loro dedicata dagli ingegneri Ford. 

Nota di merito a parte per l’impianto audio: un suono corposo e avvolgente coinvolge e rilassa guidare e passeggeri, facilitato dalla silenziosità di bordo a livelli assoluti.

Accolti dagli avvolgenti sedili sportivi in pelle nera, con le impunture a contrasto nel rosso che richiama il colore della carrozzeria, attendiamo che lo smartphone si sincronizzi, regolando i sedili elettrici e riscaldati, come il volante in morbida pelle. In un attimo la sincronizzazione trasporta le app all’interno del sistema di infotainment dell’autovettura: telefono, rubrica, musica e navigatore si sovrappongono alle dotazioni dell’auto, fornendo, in ogni istante, le varie opzioni in maniera razionale ed intuitiva. Leva del cambio sostituita da un appagante selettore elettronico, così come il freno a mano, come ormai in uso su diversi modelli più recenti.

Si parte e, immediatamente, ritroviamo il feeling provato nel primo test drive eseguito alla presentazione dell’auto, decisamente migliorato per quanto riguarda la dinamicità del modello provato: 4 ruote motrici e tre opzioni di “manettino motore”. 

Dalla versione più vocata al risparmio, passando per quella intermedia, fino al settaggio super sportivo, l’auto si lascia guidare e sembra adattarsi allo stile di guida. 

Sicuramente lo fanno gli strumenti di bordo, capaci di valutare la tipologia di “piede” e la dinamicità di guida, indicando una autonomia della batteria che si aggiorna in tempo reale con lo scopo di fornire un’indicazione sempre più precisa dei km di puro divertimento a disposizione.

Divertente soprattuto perché sicura. In ogni situazione la Mach-E si rivela sicura e capace di trasmettere sicurezza. Accelerazioni brutali al semaforo, curve autostradali percorse senza sollevare il piede, sorpassi e cambi di corsia nel traffico… Ogni circostanza viene affrontata dalla Mustang con rassicurante serenità, data da una struttura meccanica di prim’ordine, da una distribuzione dei pesi ottimale e dal prezioso apporto di una tecnologia presente ma mai invadente, con importanti elementi di guida autonoma capaci di rassicurare discretamente. 

Gli specchi indicano con un segnale lumino la presenza di mezzi o persone negli angoli ciechi, le telecamere perimetrali consentono una gestione ottimale degli ingombri, facendoti dimenticare delle importanti dimensioni della vettura, i sensori acustici e l’ottima visibilità dagli spazi vetrati completano il risultato di una tranquilla gestione del mezzo, a partire già dal primo utilizzo.  

Una caratteristica su tutte ha aumentato il divertimento iniettando adrenalina nelle situazioni di guida più sportiva: il rombo del motore creato dalla raffinata elettronica dell’auto e trasmesso da altoparlanti dedicati. 

La funzione consente di farsi sentire dai pedoni in maniera discreta. Elemento molto importante quando si guidano auto in cui il sibilo silenzioso dell’elettrico non trasmette all’esterno la presenza del mezzo, creando imbarazzo nel guidatore che non vuole usare il clacson per segnalarla.

Da ferma si lascia guardare: parcheggiata davanti ad un bar alla moda o in una prestigiosa via del centro, le sue forme muscolose, esaltate da una sportivissima livrea rossa, catturano lo sguardo e coccolano l’ego del guidatore più ambizioso.

Con il calare del buio l’esperienza si arricchisce di nuovi effetti speciali: basta avvicinarsi all’auto con la chiave in tasca per avviare l’accensione dei fari di cortesia e la proiezione di uno scenografico cavallo al galoppo in prossimità delle portiere anteriori!

E alla fine del test puoi sorridere compiaciuto, lasciando tutti di stucco al momento del posteggio: poche indicazioni, comandi precisi e la bella Mustang Mach-E individua lo spazio disponibile, lo misura, lo confronta con gli ingombri necessari e, voilà, esegue in autonomia una manovra perfetta, andando a parcheggiarsi senza ansia, mentre il guidatore solleva le mani dal volante e le riunisce solo per applaudire!

Bella prova, Ford!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...